Rocco Scotellaro
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE
"Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra" Tricarico
::home ::sede ::il centro ::Rocco Scotellaro ::organi ::progetto ::regolamento ::contatti




MOSTRE DI FOTOGRAFIA

“La scoperta di Matera e della Lucania:
i reportage fotografici di Henri Cartier-Bresson”
promossa dal Centro di documentazione “Rocco Scotellaro”
per le Giornate FAI di Primavera 2017

Tricarico, Castello Normanno
24-26 marzo 2017

 

  


La mostra, promossa dal Centro di documentazione “Rocco Scotellaro”, dal FAI e dall’Associazione Materaw-Cultura fotografica di Matera, con il patrocinio del Comune di Tricarico, è stata inaugurata con un incontro, teso a illustrare il contesto storico in cui le immagini del grande fotografo francese furono realizzate e poi donate al Comune di Tricarico. Ai saluti del sindaco di Tricarico, Angela Marchisella, e del Capogruppo FAI di Tricarico, Sabrina Lauria, presente il Capo delegazione FAI di Matera, Rosalba Demetrio, sono seguiti gli interventi di Carmela Biscaglia, vice presidente della Deputazione di Storia Patria per la Lucania, sul tema “Da Henri Cartier-Bresson a Fosco Maraini: immagini di Matera e della Lucania”, e di Roberto Linzalone, presidente dell’Associazione Materaw-Cultura fotografica, che ha illustrato il Progetto ME.PH, volto alla promozione della cultura fotografica, allo studio e alla conoscenza del patrimonio fotografico della Basilicata. È intervenuto pure Cosmo Laera, docente di fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, ideatore e direttore artistico del Progetto ME.PH.

  

Ivan Focaccia, presidente de “La Scaletta” di Matera, Michele Santangelo
Carmela Biscaglia, Sabrina Lauria e l’editore Giuseppe Barile



   

L’esposizione degli scatti del grande maestro della fotografia del Novecento si è collocata all’interno della principale iniziativa annuale a carattere nazionale del FAI, le Giornate FAI di primavera 2017, promosse il 25 e 26 marzo, e quest’anno giunte alla 25a edizione. La guida alla mostra è stata affidata agli studenti del Liceo Scientifico “Carlo Levi” e del Liceo delle Scienze Umane “Gesù Eucaristico” di Tricarico che, da apprendisti Ciceroni del Gruppo FAI di Tricarico, hanno condotto per mano i numerosissimi visitatori nella lettura delle immagini che Cartier-Bresson scattò nei suoi due viaggi in Basilicata, nel 1951-‘52 e nel 1973. Nel suo primo reportage fotografico, Cartier-Bresson fu accompagnato da Rocco Scotellaro e da Rocco Mazzarone. Nel ricordo di Scotellaro, suo giovane amico prematuramente scomparso, Henri Cartier-Bresson, donò poi al Comune di Tricarico una selezione di quegli scatti con i quali – secondo Vittorio Sgarbi ‒ il grande fotoreporter francese avrebbe “scoperto” la Basilicata, e l’avrebbe fatta conoscere al mondo. Per questo legame tra Cartier-Bresson e Scotellaro, nelle stesse Giornate di Primavera, il FAI ha aperto ai visitatori l’abitazione di Rocco Scotellaro, grazie alla gentile concessione della nipote del poeta, Lina Scotellaro. Anche qui gli apprendisti ciceroni hanno fatto da guida, fornendo notizie sulla vita e sulle opere del poeta, sindaco e intellettuale lucano.

 

Gli apprendisti ciceroni illustrano la mostra ai visitatori
e alla presidentessa del FAI di Basilicata, Maria Xenia Doria

(foto Carmela Santangelo, Michele Degrazia, Rossella Lorenzo)

 

https://www.youtube.com/watch?v=wTYXynvk9Ck
https://giornalevi.wordpress.com/2017/04/03/la-lucania-di-henri-cartier-bresson-per-il-fai-di-tricarico/

 


Centro di documentazione Rocco Scotellaro
TRICARICO (MT)
info@centrodocumentazionescotellaro.org

All right reserved © Prodel


Omaggio Pagnotta