Rocco Scotellaro
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE
"Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra" Tricarico
::home ::sede ::il centro ::Rocco Scotellaro ::organi ::progetto ::regolamento ::contatti




PRESENTAZIONE LIBRI

Presentazione del libro
Rocco Scotellaro,Your call keeps us awake,
english translation by
Caroline Maldonado and Allen Prowle,
Middlesbrough, Smokestack Books, 2013
Londra (Piccadilly), Waterstone’s,
21 febbraio 2013, ore 18,00

 

 

Saluto
GRAHAM HENDERSON
Direttore di Poet in the City

Intervento introduttivo
CAROLINE MALDONADO
(scrittrice, traduttrice)

Proiezione del video:
“Rocco Scotellaro: vita e opere del sindaco poeta di Tricarico”, a cura di Carmela Santangelo

DAVID CONSTANTINE
(Queen’s College, Oxford)
Relazione su “Carlo Levi e Rocco Scotellaro”

Lettura di poesie tratte daYour call keeps us awake, eseguitadai traduttori
ALLEN PROWLE e
CAROLINE MALDONADO
e dalla poetessa
CRISTINA VITI

 

In occasione della recente pubblicazione dell’opera Rocco Scotellaro, Your call keeps us awake, edita da Smokestack Books di Middlesbrough, è avvenuta la sua presentazione a Londra nella più grande libreria d’Europa, la “Waterstone’s”, a Piccadilly. Il volume, il cui titolo trae spunto da quello della poesia “Tu non ci fai dormire cuculo disperato”, racchiude una raccolta di 53 liriche tradotte in inglese (con testo italiano a fronte) dalla poetessa, scrittrice e traduttrice Caroline Maldonado e del poeta e traduttore Allen Prowle. Quest’ultimo, in particolare, ha al suo attivo un’altra raccolta di 39 poesie tradotte di Scotellaro, dal titolo Rocco Scotellaro, Poems, edito nel 2009 dalla Modern Poetry in Translation, che fa capo al Queen’s College di Oxford. Sulla copertina di Your call keeps us awake è riprodotto un ritratto del poeta lucano, eseguito da Carlo Levi in preparazione del telero “Lucania ’61”, esposto al Palazzo Lanfranchi di Matera. Il ritratto su tela, donato a suo tempo da Levi al medico e intellettuale Rocco Mazzarone, suo amico e amico fraterno di Scotellaro, è stato messo a disposizione dalle sorelle di Mazzarone, Teresa e Filomena.

      

La libreria Waterstone’s e il pubblico

La serata è stata introdotta da Caroline Maldonado, che ha illustrato le finalità della pubblicazione ed evidenziato il rapporto intessuto col Centro di documentazione “Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra” e il ruolo di intermediazione culturale e linguistica da questi svolto per penetrare un mondo tanto diverso da quello anglosassone e comprendere il linguaggio di Scotellaro, fortemente ancorato a forme lessicali e sintattiche mutuate dal dialetto. La scrittrice ha, pertanto, spiegato le problematiche incontrate nel tradurre le poesie di Scotellaro per la mancanza di punteggiatura e la grammatica spesso non convenzionale; per la posizione dell’aggettivo che, com’è noto, in inglese generalmente precede il nome a cui si riferisce; per le preposizioni “a” e “da” intercambiabili, l’ambiguità del senso, le referenze geografiche, culturali o religiose e le rime. «A tradurre la poesia – ha spiegato Maldonado – ci vuole un poeta. La questione per noi traduttori è questa: tentare di replicare il più possibile la poesia in inglese con la stessa rima, il ritmo, l’accento e la musicalità dell’italiano o creare una bella poesia nella nostra lingua, cambiando la posizione delle parole e, a volte, le stesse parole. Di solito, tentiamo una mediazione tra le due soluzioni, perchè anche l’inglese ha una musicalità ma i suoi strumenti sono molto diversi».

        

Caroline Maldonado e David Constantine

Alla proiezione del video “Rocco Scotellaro: vita e opere del sindaco poeta di Tricarico”, prodotto dal Centro di documentazione e curato da Carmela Santangelo, è seguito l’intervento di David Constantine, che ha illustrato il rapporto tra Scotellaro e Carlo Levi, scrittore torinese noto al pubblico internazionale per il suo Cristo si è fermato a Eboli, al quale l’eminente accademico del Queen’s College di Oxford sta dedicando una particolare attenzione.

         

Cristina Viti, Caroline Maldonado, David Constantine

Nel corso dell’affollatissima presentazione, sono poi intervenuti i traduttori e curatori del libro, Caroline Maldonado e Allen Prowle, che hanno letto e commentato diverse poesie di Scotellaro. «Ho scoperto per la prima volta la poesia di Rocco Scotellaro – ha testimoniato Prowle in una successiva intervista rilasciata a Vito Sacco – nell’autunno del 2007 e negli ultimi cinque anni sono stato impegnato a tradurla, a pubblicarne delle selezioni e a tenerne delle letture a Londra, come quella nella libreria “Daunt’s Bookshop” nel distretto di Holland Park, nella prestigiosa libreria “London Review of Books” a Bloomsbury e nel paradiso dei bibliofili di Cecil Court, di fianco a Trafalgar Square, la Italian Bookshop. Le traduzioni sono state accolte entusiasticamente. Penso di avere il privilegio di aver potuto avviare i lettori anglofoni a questo grande poeta, che li ha emozionati per l’umanità lirica che trascende il tempo e il luogo. La poesia di Scotellaro celebra il calore e il potere rigenerativo dell’amicizia e della lealtà, come antidoti all’alienazione derivante spesso dal progresso tecnologico».

     

Allen Prowle

«Caroline e io – ha aggiunto Prowle – abbiamo scelto il titolo di Your Call Keeps Us Awake per il volume di traduzioni ultimamente pubblicato, perché abbiamo notato che la voce di Scotellaro ci rende attenti alle disuguaglianze e alle divisioni che ancora esistono tra il nord e il sud Italia, ma che si verificano anche a livello globale tra i Paesi ricchi e industrializzati e quelli poveri e in via di sviluppo. Abbiamo tratto le poesie dall’edizione pubblicata per gli Oscar Mondadori e abbiamo cercato di rappresentare la straordinaria varietà della produzione poetica scotellariana: dalle poesie neorealistiche, che descrivono la lotta dei poveri, dei contadini per sostenere le proprie famiglie, a quelle che esprimono il suo profondo amore per la Lucania e il fascino di una regione italiana con la ricca complessità di un’accumulata antica esperienza, che ha contribuito alla sua identità culturale; dalle brevi liriche vividamente figurate, alle più impegnative e qualche volta difficili poesie visionarie. Il nostro principio guida – ha concluso il traduttore – è stato quello di presentare la totalità di un poeta che parla non solo ai contadini italiani, ma anche ai lettori inglesi di poesie».

       

David Constantine, Caroline Maldonado, Mario Santangelo

          

Il pubblico

(Foto di Dahlaina Jones)

 


Centro di documentazione Rocco Scotellaro
TRICARICO (MT)
info@centrodocumentazionescotellaro.org

All right reserved © Prodel


Omaggio Pagnotta