Rocco Scotellaro
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE
"Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra" Tricarico
::home ::sede ::il centro ::Rocco Scotellaro ::organi ::progetto ::regolamento ::contatti
I CONVEGNI
 

 

 

Incontro di studio
per la presentazione del volume
Società, politica e religione in Basilicata
nel secondo dopoguerra. Il contributo dei fratelli
Rocco e mons. Angelo Mazzarone di Tricarico,
a cura di Antonio Cestaro e Carmela Biscaglia
Matera, Palazzo Lanfranchi
8 novembre 2014

Saluti
BRUNO PELLEGRINO
presidente Associazione per la storia
sociale del Mezzogiorno e dell’area
mediterranea

SALVATORE LARDINO
vice direttore Centro documentazione
“Rocco Scotellaro”

MARTA RAGOZZINO
soprintendente BSAE della Basilicata

FERDINANDO MIRIZZI
direttore DiCem - Università degli Studi della Basilicata

Relatori
COSIMO DAMIANO FONSECA
accademico dei Lincei

DONATO GRECO
già direttore generale della sanità pubblica – Istituto Superiore di Sanità

AMERIGO RESTUCCI
rettore IUAV – Venezia

 

Promosso dal Centro di documentazione “Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra” e dall’Associazione per la storia sociale del Mezzogiorno e dell’area mediterranea, con l’adesione dell’Università degli Studi della Basilicata e il patrocinio della Regione Basilicata e dei Comuni di Matera e di Tricarico, l’incontro, coordinato da Rocco Brancati (RAI Basilicata), ha inteso presentare l’opera curata da Antonio Cestaro e Carmela Biscaglia, che racchiude gli Atti del Convegno di studio su “Società, politica e religione in Basilicata nel secondo dopoguerra. Il contributo dei fratelli Rocco e mons. Angelo Mazzarone di Tricarico”, realizzato a Matera e Tricarico il 25-26 settembre 2009, dallo stesso Centro e Associazione, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il volume affronta su basi documentarie l’analisi organica di un periodo particolarmente significativo per la storia della Basilicata, quello successivo al secondo conflitto mondiale, inserito nel più ampio contesto dell’Italia e del Mezzogiorno – ha illustrato Bruno Pellegrino – e, al suo interno, analizza il ruolo svolto dai fratelli Rocco e mons. Angelo Mazzarone di Tricarico, esaminando anche l’apporto da essi fornito, lungo il corso della loro vita, alla storia regionale e nazionale negli specifici campi di loro interesse.

                  

Bruno Pellegrino, Salvatore Lardino, Ferdinando Mirizzi, Marta Ragozzino

L’opera analizza dapprima “Il quadro storico dal 1944 al secondo dopoguerra in Basilicata”, per passare poi ai temi specifici riguardanti “Mons. Angelo Mazzarone, il giornale “L’Ordine” (1944-1946) e la prima organizzazione dei cattolici in Basilicata” e quindi “Rocco Mazzarone, medico e studioso: i rapporti con Carlo Levi e l’Inchiesta parlamentare sulla miseria nel Mezzogiorno d’Italia”. L’articolata serie di saggi prodotti da storici italiani, da studiosi lucani e da professori di importanti università straniere come l’Università “Jean Monnet” di Saint-Étienne in Francia e la Loughborough University in Inghilterra, offre una prima lettura storiografica di un’epoca che vide la Basilicata e la questione Sassi di Matera all’attenzione nazionale e internazionale, e – come ha illustrato Ferdinando Mirizzi – trasformò la regione in un laboratorio di analisi sociali ed urbanistiche attraverso le prime indagini antropologiche, studi di comunità e inchieste divenute storiche, tra cui quella parlamentare sulla miseria in Italia e sui mezzi per combatterla. Ruolo di notevole rilievo nel generale sviluppo civile, politico, sociale e religioso della regione ebbero l’organizzazione della vita democratica, politica e sanitaria, la riforma fondiaria e l’operato della Chiesa attraverso alcune figure di vescovi e di sacerdoti.

       

Marta Ragozzino, Ferdinando Mirizzi, Bruno Pellegrino,
Salvatore Lardino, Rocco Brancati (sinistra)
Cosimo Damiano Fonseca, Amerigo Restucci, Raffaello De Ruggieri

All’interno di questo contesto – ha spiegato Marta Ragozzino, porgendo anche i saluti del sindaco di Matera, senatore Adduce – emergono i fratelli Rocco e mons. Angelo Mazzarone, due personalità dal profilo intellettuale ed umano di grande rilevanza, che si sono generosamente spese in svariati campi, contribuendo tra l’altro a rendere più ricca e più dinamica la storia della Basilicata, perché ciascuno di loro non solo ha influenzato l’evoluzione della regione, ma ha anche contribuito a rendere più viva la rappresentazione che della stessa è stata proposta col tempo. Salvatore Lardino ha, quindi, evidenziato come il volume si inserisce all’interno di un’intensa e fruttuosa collaborazione del Centro con l’Associazione per la storia sociale, un istituto scientifico fondato e lungamente diretto da Gabriele De Rosa, oggi da Bruno Pellegrino, che da oltre trent’anni rappresenta un significativo punto di riferimento nel panorama storiografico lucano. Si pone, inoltre, tra le attività scientifiche del Centro di documentazione volte a porre in atto nuovi percorsi di ricerca, che collochino la figura di Rocco Scotellaro, poeta, intellettuale e uomo politico, in una sempre più ampia dimensione storica nazionale. E in tal senso, ha concluso Lardino, vanno letti i più recenti incontri seminariali promossi dal Centro, i cui esiti si inseriscono sulla scia di quelli conseguiti dal volume curato da Antonio Cestaro e Carmela Biscaglia con tutta l’articolata serie di saggi prodotti da storici, archeologi, antropologi, geografi italiani e stranieri.

              

Donato Greco, Amerigo Restucci, Cosimo Damiano Fonseca

     

Il pubblico

Su Rocco Mazzarone (Tricarico, 1912 – † 2005), medico, tisiologo, igienista, epidemiologo, Medaglia d'oro “Carlo Forlanini” per il suo impegno nello studio e nella lotta contro la tubercolosi, si è soffermato Donato Greco, ricordando i lunghi e intesi rapporti personali e di studio intercorsi tra di loro, quando  egli frequentava l’Istituto Superiore di Sanità per le sue ricerche di ambito epidemiologico. Sullo stesso dott. Mazzarone, che fu amico fraterno di  Scotellaro e frequentò Carlo Levi, Manlio Rossi-Doria e Friederich G. Friedmann, ha relazionato Amerigo Restucci, che ha pure illustrato il suo rapporto di amicizia con mons. Angelo Mazzarone (Tricarico, 1914 – † Salerno 2007), autorevole figura della Chiesa lucana, che ha svolto un ruolo di primo piano nella storia della Chiesa del XX secolo. L’intervento di Cosimo Damiano Fonseca è stato, invece, tutto concentrato su uno dei saggi pubblicati nel volume, quello di Carmela Biscaglia su Il francescanesimo di mons. Angelo Mazzarone, i rapporti con padre Agostino Gemelli e la presidenza dell’Istituto Secolare dei Sacerdoti della Regalità di Cristo, di cui il sacerdote di Tricarico è stato il cofondatore, sia per il ruolo svolto nella redazione definitiva delle sue Costituzioni, sia per averlo portato alla maturità dall’erezione diocesana all’approvazione pontificia (1978). Si trattò di una lunga presidenza, che coprì 24 anni (1964-1988) e coincise con un’epoca di grandi trasformazioni della Chiesa e della società. Mons. Mazzarone promosse in Italia e all’estero la diffusione dell’Istituto, che sotto la sua presidenza raggiunse la massima espansione.

          

Giampaolo D’Andrea, Carmela Biscaglia, Rocco Rivelli, Filomena Mazzarone

 

      
 
Paolo Paradiso, Filomena Laurenzana, Lucia Restaino, Valeria Verrastro,
Antonella Manupelli, Carmela Biscaglia, Marta Ragozzino
(foto V. Sacco)

L’incontro si è concluso con l’intervento di Raffaello De Ruggieri, presidente della Fondazione Zetema – Matera che, anche a nome del presidente del Circolo Culturale “La Scaletta”, Ivan Focaccia, ha ricordato la figura di Rocco Mazzarone nel contesto culturale di Matera, soprattutto degli anni Cinquanta e Sessanta, e il ruolo ispiratore da lui svolto nelle azioni del Circolo “La Scaletta”. È seguito il saluto del vice sindaco di Tricarico, Paolo Paradiso.

 

http://www.centrodocumentazionescotellaro.org/convegni3.asp

http://www.centrodocumentazionescotellaro.org/pubblicazioni.asp

 

 

 

 


Centro di documentazione Rocco Scotellaro
TRICARICO (MT)
info@centrodocumentazionescotellaro.org

All right reserved © Prodel


Omaggio Pagnotta