Rocco Scotellaro
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE
"Rocco Scotellaro e la Basilicata del secondo dopoguerra" Tricarico
::home ::sede ::il centro ::Rocco Scotellaro ::organi ::progetto ::regolamento ::contatti




ROCCO MAZZARONE
 
Nato a Tricarico (Mt) il 17 agosto 1912. Medico, specializzato in tisiologia e malattie polmonari presso l'Università di Milano, ha insegnato statistica medica nella facoltà di medicina all’Università di Bari negli anni 1969-1982. Prigioniero di guerra in Egitto, ha lavorato in un ospedale generale inglese. Negli anni 1947-1982 ha diretto il Consorzio e il Dispensario Antitubercolare di Matera e si è impegnato nella lotta contro le malattie endemiche della Basilicata come la malaria e soprattutto la tubercolosi.
 

Ha condotto indagini epidemiologiche in Basilicata, in Somalia e nel Belucistan iraniano, dove ha incontrato Dinu Adamesteanu al quale sarebbe rimasto legato da profonda amicizia. Ha collaborato in progetti di programmazione sanitaria ed ha presieduto il Comitato di Soprintendenza del progetto-pilota “Organizzazione dei servizi socio-sanitari in Basilicata”.
È uno dei maggiori intellettuali della Basilicata, attento testimone del suo tempo, raffinato interprete del pensiero di Giustino Fortunato e Francesco Saverio Nitti, amico di Rocco Scotellaro, Carlo Levi e Manlio Rossi-Doria, ha rappresentato il punto di riferimento di tutti gli studi italiani e stranieri condotti in regione nel secondo dopoguerra, da quelli etnografici di Ernesto Demartino, alle indagini dello storico americano George Peck, ai reportage fotografici di Henri Cartier-Bresson.
Come responsabile del settore igienico-sanitario e demografico ha partecipato allo studio sulla città e l'agro di Matera, diretto da Federico Friedmann e promosso dall'UNRRA-Casas, ispiratore e referente Adriano Olivetti, assieme, tra gli altri, a Tullio Tentori e Ludovico Quaroni; ha partecipato allo studio su Grassano, patrocinato dalla Commissione Parlamentare di inchiesta sulla miseria e sui mezzi per combatterla, i cui risultati sono raccolti nel volume XIV edito nel 1954 dalla Camera dei Deputati al Parlamento Italiano.
L’attività scientifica è compendiata in circa 60 pubblicazioni attinenti ad argomenti di demografia, epidemiologia generale ed organizzazione sanitaria, epidemiologia della tubercolosi, epidemiologia della istoplasmosi, microbiologia applicata all’igiene. Il suo impegno scientifico, relativamente alla conoscenza della storia della medicina in Basilicata, si è ulteriormente espresso in varie pubblicazioni, tra cui: Le origini dell'Ospedale Civile di Tricarico. Documenti e testimonianze (1945-1953), Matera 1997; La malaria in Basilicata, in «Rassegna Storica Lucana», XVII/25-26 (1997), pp. 93-116; Ambiente e malattia, in Storia della Basilicata, 4. L'età contemporanea, a cura di Gabriele De Rosa, Ed. Laterza, Bari 2002, pp. 479-563.
Cittadino onorario di Matera, ha ricevuto il Premio Lucana Gens. Nel 1982 gli è stato conferito il Diploma di Medaglia d’oro “Carlo Forlanini” al merito scientifico dalla Federazione Italiana contro la Tubercolosi e le Malattie Polmonari Sociali. Il 30 settembre 1998 è stato nominato Socio onorario della Società Italiana di Igiene, Medicina preventiva e Sanità pubblica, per “l’alto contributo fornito al progresso delle scienze igienistiche ed allo sviluppo delle attività di prevenzione e di formazione”. Assieme al sindaco Rocco Scotellaro e al vescovo di Tricarico, mons. Raffaello Delle Nocche, è stato tra i protagonisti dell’istituzione dell’Ospedale Civile di Tricarico, inaugurato il 7 agosto 1947.
Si è spento nella sua casa di Tricarico all’alba del 28 dicembre 2005.


Rocco Mazzarone (1912-2005) di Carmela Biscaglia
(in «Rassegna Storica Lucana», 39-40 (2005), pp. 262-76)


Centro di documentazione Rocco Scotellaro
TRICARICO (MT)
info@centrodocumentazionescotellaro.org

All right reserved © Prodel


Omaggio Pagnotta